www.campagnadiabete.it
Diabetologo Online Aiutaci ad aiutare
home
Ricerca centri Le associazioni Società scientifiche Contattaci
 
 
 
Che cos'è il diabete

Quanti tipi ne esistono

Diabete di tipo 1

Compare in circa il 2% dei pazienti, per lo più durante l'infanzia, ma può presentarsi fino ai 40 anni di età. Si verifica quando il pancreas è incapace di produrre insulina o ne produce quantità scarsissime, con conseguente rapido aumento dei valori della glicemia. I meccanismi che causano questo tipo di diabete, pur non essendo ancora del tutto chiariti, sono probabilmente legati alla presenza di autoanticorpi (***) diretti contro le cellule del pancreas che producono l'insulina. Il processo viene attivato da un'infezione virale negli individui geneticamente predisposti.

Diabete tipo 2 o diabete mellito

Colpisce il 98% di pazienti. Questi si caratterizzano per il fatto di non saper utilizzare in maniera adeguata l'insulina che producono, spesso in eccesso; nell'80% dei casi sono in soprappeso oppure obesi. Il diabete tipo 2 si manifesta di solito nell'adulto, ma di recente è stato riscontrato un aumento di diabete tipo 2 anche tra i giovani, legato soprattutto all'obesità. E' possibile ridurne l'incidenza con interventi - per lo più di tipo comportamentale - molto efficaci. Vi è infatti una stretta connessione fra incremento del soprappeso e dell'obesità e l'aumento dei casi di diabete, considerato che alcune alterazioni metaboliche e comportamentali alla base dell'aumento di peso sono anche causa del diabete di tipo 2 e che l'obesità provoca ulteriori alterazioni metaboliche che accelerano l'insorgenza del diabete.

Il diabete gestazionale

Rappresenta una condizione temporanea che si manifesta durante la gravidanza, interessa il 2-4% di tutta le donne incinte e comporta un aumentato rischio di sviluppo di diabete in epoca successiva. Nel caso in cui non venga diagnosticato e trattato, il diabete può essere causa di problemi importanti sia per la madre sia per il feto. Sono più a rischio le donne in sovrappeso e con un parente di primo grado affetto da questa patologia. Oggi tutte le donne in attesa di un figlio vengono sottoposte a una procedura di screening attraverso un'analisi che prevede il controllo della glicemia un'ora dopo aver bevuto una soluzione di 50 grammi di glucosio.