www.campagnadiabete.it
Diabetologo Online Aiutaci ad aiutare
home
Ricerca centri Le associazioni Società scientifiche Contattaci
 
 
 
Come riconoscere il diabete

I sintomi da non sottovalutare

  Capita spesso (secondo alcune stime addirittura nel 50% dei casi) che il paziente con diabete, in mancanza di sintomi, non sia consapevole di avere una malattia e quindi di correre seri rischi. In presenza di fattori di rischio, l'unica possibilità per arrivare a una diagnosi precoce è quella di effettuare un semplice esame della glicemia a digiuno almeno una volta ogni anno.
  E' bene, in ogni caso, fare attenzione ad alcuni "segni" che potrebbero far sospettare l'insorgere della malattia. All'inizio si sente il bisogno di bere qualcosa durante la notte, poi si passa a tenere un bicchiere sul comodino, poi una bottiglia. Oppure si perde peso in maniera rapida. In genere i primi segni indicatori del diabete sono:
  • perdita di peso;
  • molta sete;
  • molta fame;
  • eccessivo bisogno di urinare;
  • segni di disidratazione;
  • stanchezza, senso di affaticamento;
  • vista offuscata, sfocata;
  • glicemia alta (iperglicemia) che risulta in seguito agli esami del sangue;
  • zucchero e corpi chetonici nelle urine, che si riscontra in seguito agli esami delle urine;
  • infezione da funghi agli organi genito-urinari.

  Esistono, poi, anche sintomi più ambigui come la stitichezza dovuta alla perdita di liquidi, il formicolio alle mani e ai piedi non perché si sia fatta una pressione eccessiva sugli arti, ma perché i nervi sono irritati per l'eccesso di glucosio. E ancora occhi irritati, vertigini, secchezza della bocca, pelle poco elastica.

  Ancora: le ferite che spesso compaiono sui piedi dei diabetici, le ulcerazioni della pelle che non provocano dolore, ma sono di difficile cicatrizzazione, il dolore ai polpacci, la depressione e l'ansia, la sudorazione di notte e dopo i pasti, la diarrea notturna, il prurito e il fiatone, la sonnolenza eccessiva.